Generazione di energia elettrica in Italia dopo il decreto Bersani

Per quanto concerne la generazione di elettricità cosa è cambiato in Italia dopo Il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, detto anche decreto Bersani.

Il decreto ha agito secondo due punti:

  • Ha imposto una soglia percentuale alla produzione di energia elettrica dell’ENEL pari al 50% dell’energia prodotta in Italia;
  • Ha imposto all’ex operatore monopolista la vendita di una capacità di produzione ad altri soggetti in modo da creare altri operatori elettrici;

In aggiunta a questo è stato reso possibile l’ingresso nel mercato della generazione elettrica di altri operatori che di fatto potevano, seguendo un opportuno iter autorizzativo, realizzare le loro centrali elettriche per rendere così tale settore della filiera elettrica un settore concorrenziale o aperto a più operatori. Il primo punto vuole di fatto realizzare lo “spazio” entro cui i nuovi operatori possono entrare nel settore, infatti il limite imposto all’ENEL garantisce a chiunque voglia operare nel settore che ci siano i margini per potersi riavere dell’investimento fatto riuscendo a vendere l’elettricità prodotta. Il secondo punto permette di realizzare il primo consentendo di fatto l’ingresso immediato di altri operatori nel nuovo mercato elettrico.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s